mants

Stampa

GIULIO ROMANO 2019 CON NUOVA E STRAVAGANTE MANIERA - Palazzo Ducale ARTE E DESIDERIO - Palazzo Te 6 Ottobre 2019 - 6 Gennaio 2020

GIULIO ROMANO 2019
CON NUOVA E STRAVAGANTE MANIERA - Palazzo Ducale
ARTE E DESIDERIO - Palazzo Te
6 Ottobre 2019 - 6 Gennaio 2020

LA MOSTRA
La mostra a Palazzo Ducale su Giulio Romano è un evento culturale di rilievo, che presenta la grande personalità dell’erede e allievo più celebre di Raffaello Sanzio.

Rappresentante del Manierismo, Giulio Romano ha lasciato a Mantova testimonianze straordinarie della sua abilità come architetto e pittore.

“Con nuova e stravagante maniera”, in collaborazione con il Louvre, rappresenta un’importante opportunità per la città di farsi conoscere anche a livello internazionale.


UNA GRANDE MOSTRA RIPORTA A MANTOVA GIULIO ROMANO
Giulio Romano, Giulio Pippi De Iannuzzi, nato a Roma probabilmente nel 1492, fu il più celebre e dotato allievo di Raffaello.

A Mantova, dove giunse per intercessione di Baldassarre Castiglioni nel 1524, trovò una seconda patria, divenendo lo straordinario interprete della potenza e delle ambizioni del Principe Federico II Gonzaga.

E Mantova a partire dal 6 ottobre 2019, sino al 6 gennaio 2020, sarà sede a Palazzo Ducale e a palazzo Te di due grandi mostre dedicate proprio a questo grande artista.

A Palazzo Ducale è infatti in programma dal 6 ottobre 2019 al 6 gennaio 2020 la rassegna “Con nuova e stravagante maniera”. Giulio Romano a Mantova” che vuole illustrare la figura del pittore romano e la sua “maniera” di fare arte.

La mostra, frutto della collaborazione tra il Complesso Museale di Palazzo Ducale e il Museo del Louvre, presenterà un nucleo di 72 disegni provenienti dal Département des Arts Graphiques del Musée du Louvre, che li concede in prestito per la prima volta. Questi saranno funzionali a ripercorrere la carriera di Giulio Romano, dagli esordi a Roma a fianco di Raffaello, fino all’apoteosi mantovana, evidenziandone la personalità versatile e poliedrica.

Non solo: ci saranno anche dipinti, stampe, maioliche e ulteriori disegni provenienti da diversi musei italiani e internazionali (tra cui l’Albertina di Vienna, il Victoria & Albert Museum di Londra, la Royal Collection a Windsor Castle).

La Mostra si compone di tre sezioni:

La prima, intitolata Il segno di Giulio, sarà allestita al pianterreno del Castello di San Giorgio e prende in esame la produzione di Giulio come progettista, designer, pittore, architetto e urbanista.
La seconda, Al modo di Giulio, occuperà gli spazi di Corte Nuova e dell’Appartamento di Troia, residenza ufficiale di Federico II Gonzaga affrescata proprio da Giulio Romano, consentendo di comparare i disegni preparatori degli affreschi e la decorazione finale.
La terza sezione, Alla maniera di Giulio, ubicata nell’Appartamento della Rustica approfondirà il Giulio Romano architetto e gli epigoni dell’ artista, con l’esposizione di opere di allievi e discepoli.
L’altra importante mostra prevista contemporaneamente a Palazzo Te si intitola “Giulio Romano: Arte e Desiderio”

Le circa 40 opere esposte, tra cui “I Due Amanti”, proveniente dall’Ermitage, e il “Ritratto di Cortigiana”, dal Puskin di Mosca, indagano la relazione fra le immagini di soggetto erotico prodotte nella prima metà del ‘500 in Italia e le invenzioni figurative antiche, sculture e bassorilievi in particolare.


Contatti

Per informazioni contatta la segreteria dal nostro form.

Tel: 0376467818

Video Mantova

Mantova Fortezza

Sopri il nuovo percorso tra arte e guerra di Mantova

Download Pdf